www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/02/2013  -  stampato il 10/12/2016


Ricava punteruolo da cucchiaio e ferisce quattro poliziotti penitenziari del carcere di Prato

Quattro agenti di Polizia Penitenziaria sono stati aggrediti da un detenuto italiano di 28 anni, ieri nel carcere pratese della Dogaia, che li ha colpiti con un punteruolo rudimentale dal manico di un cucchiaio. Il detenuto, in carcere per furto, rapina e evasione, era in una cella di isolamento.

Dopo la scontro gli agenti sono dovuti ricorrere alle cure mediche dell'ospedale Misericordia e Dolce di Prato. L'episodio è stato segnalato dal segretario generale del sindacato 'Sappe' (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria), Donato Capece.

Il detenuto prima ha dato un cazzotto all'agente che gli si è avvicinato, poi è riuscito a picchiare gli altri tre con il punteruolo. Testate, calci pugni. E' persino riuscito ad aprire la cella. "Nonostante tutto - spiega Capece - i colleghi della Polizia Penitenziaria sono riusciti ad evitare più gravi conseguenze. A loro va naturalmente tutta la nostra vicinanza e solidarietà, ma ci domandiamo quante aggressioni ancora dovrà subire il nostro personale di Polizia Penitenziaria perché si decida di intervenire concretamente sulle criticità di Prato".

www.gonews.it