www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/02/2013  -  stampato il 07/12/2016


Catturato in Germania, era evaso dopo un permesso da Ferrara l'anno scorso

Era fuggito alcuni mesi fa dal carcere di Ferrara, sfruttando il regime di semilibertà. Aveva ottenuto una licenza e non era più rientrato. La sua sparizione risale all’inizio dell’anno scorso, da quel momento Rosario Nanfaro ha fatto perdere le sue tracce. Grazie ad un banale controllo è stato catturato in Germania. La notizie è stata diffusa ieri dalle agenzie.

L’atteggiamento scrupoloso delle autorità tedesche, che hanno deciso di compiere una verifica più approfondita sul documento presentato dall’uomo alle forze dell’ordine, della cui autenticità non erano del tutto convinte, ha consentito di far emergere la sua fuga.

La conoscenza del tedesco da parte degli operatori della questura di Bolzano, contattati dalla Germania, ha facilitato e velocizzato gli accertamenti eseguiti dalle autorità italiane, verifiche che hanno permesso di stabilire che il documento presentato da Nanfaro era falso. Successivamente i poliziotti bolzanini hanno identificato con certezza la persona segnalata, Rosario Nanfaro, 49 anni, catanese, che fino all’inizio dell’anno scorso era detenuto in semilibertà nel carcere di Ferrara, da cui era evaso sfruttando una licenza.

Di notte dormiva in cella, di giorno prestava servizio presso una comunità di accoglienza. Ma all’ora del rientro dalla licenza l’uomo non si era presentato in carcere. Rosario Nanfaro deve ancora scontare 6 anni e mezzo di pena. Alle sue pendenze con la giustizia ora si aggiungerà l’accusa di evasione.

lanuovaferrara.gelocal.it