www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 19/05/2010  -  stampato il 08/12/2016


San Siro, il "triangolare" della legalitÓ

MILANO - L’anno scorso si andò per le lunghe, alla fine vinsero i detenuti ai rigori. Il torneo di calcio «Amici per la Legalità», in programma mercoledì 19 maggio, è un evento sportivo molto particolare, che mette a confronto i reclusi del Carcere di Bollate, la Polizia Penitenziaria e quest’anno, per la prima volta, i Magistrati. Tutti pronti a crossare, dribblare, parare e segnare i goal più spettacolari nel regno del football milanese per antonomasia: lo stadio Meazza, la casa di Inter e Milan, da cui sono passati i più grandi campioni del calcio mondiale.

«L’obiettivo è di dare sempre maggiore visibilità al progetto educativo dell’istituto penitenziario di Bollate, progetto grazie al quale è possibile una manifestazione così unica», ha dichiarato Mimma Buccoliero, presidente della squadra di calcio dei detenuti di Bollate. «Vogliamo dimostrare quanto sia importante rispettare i detenuti, considerarli delle persone con una propria dignità». Il primo match della triangolare avrà inizio alle 18.30, l’ultimo un’ora dopo. L’ingresso per il pubblico è libero, con la possibilità di fare un’offerta a favore di un ente benefico che sarà comunicato al momento.
Oltre a Magistrati e Poliziotti Penitenziari, in totale scenderanno in campo venti detenuti, cui se ne aggiungeranno altri trenta in «articolo 21», ovvero in regime di semilibertà, cui è stata concessa l’opportunità di assistere alle partite dagli spalti. Entusiasta Nazzareno Prenna, l’allenatore del team dei detenuti, una squadra affiatata, che partecipa già al campionato di terza categoria Figc: «I ragazzi sono contentissimi», ha commentato il mister. «Per loro giocare a San Siro è una cosa eccezionale, non ci dormono la notte».
Torneo Amici per la Legalità, 19 maggio, ore 18.30, Stadio San Siro (cancelli 6,7, 8), ingresso libero
Raffaella Oliva

Fonte: milano.corriere.it