www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 24/03/2013  -  stampato il 04/12/2016


Assistente Capo nuore in ospedale, si sospetta meningite, disposta l'autopsia

Solo l’autopsia potrà accertare la reale causa della morte di un assistente capo della Polizia Penitenziaria del carcere di Trani, deceduto ieri mattina nel locale nosocomio. Giovanni Bassi, tranese di 43 anni, sarebbe morto per shock settico, stando al referto medico. All’origine del decesso si sospetta una meningite.

L’uomo si era recato in ospedale già la sera di venerdì, accusando febbre alta e strani malori ma, dopo un controllo, sarebbe stato rimandato a casa. Quando la mattina dopo si è ripresentato in preda agli stessi sintomi, purtroppo la situazione era già molto grave: ricoverato in rianimazione, è morto verso mezzogiorno.

I familiari hanno denunciato l’accaduto alla Polizia e il pm di turno Raffaella De Luca ha disposto l’autopsia e il sequestro delle cartelle cliniche.

Si sospetta che possa essersi trattato di meningite. Bassi era sposato e aveva due figli. Era in servizio presso il carcere di Foggia, ma temporaneamente distaccato nel penitenziario di Trani.

bat.ilquotidianoitaliano.it