www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/04/2013  -  stampato il 05/12/2016


Ex Cappellano di San Vittore: nuove accuse di violenza sessuale sui detenuti

Spuntano nuove accuse di violenza sessuale per l'ex cappellano di San Vittore, arrestatato nei mesi scorsi con l'accusa di aver abusato sessualmente di alcuni detenuti del carcere milanese in cambio di favori.

La polizia di Milano, in collaborazione con la Polizia Penitenziaria, ha contestato nuovi episodi di violenza sessuale a don Alberto Barin, l'ex cappellano di San Vittore arrestato nel novembre dello scorso anno per concussione e violenza sessuale continuata e pluriaggravata.

Le vittime conclamate, finora, erano sei, tutte tra i 20 e i 30 anni, originari dell'Africa o dell'Europa Orientale, a cui oggi si aggiungono altri cinque giovani detenuti, tutti di origine magrebina. I nuovi episodi di violenza sono stati accertati anche grazie alle intercettazioni, e il primo risale al 2002.

I FAVORI - Barin, attualmente detenuto nel carcere di Bollate, sceglieva le sue vittime tra i detenuti che avrebbe dovuto aiutare, e chiedeva loro prestazioni sessuali in cambio di favori, come generi di conforto o telefonate alle famiglie. Don Alberto aveva ricoperto il ruolo di cappellano di San Vittore per 15 anni. L'ordinanza relativa ai nuovi casi è stata emessa dal gip di Milano Enrico Manzi.

milano.corriere.it

 Cappellano di San Vittore ammette i primi abusi sessuali sui detenuti

Cappellano San Vittore: anche Fabrizio Corona tra i molestati

Arrestato il cappellano del carcere di San Vittore: violenza sessuale sui detenuti e concussione