www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/04/2013  -  stampato il 06/12/2016


Cinofili della Polizia Penitenziaria: sequestro di droga durante i colloqui nel carcere di Cagliari

Cinofili della Polizia Penitenziaria per il contrasto della droga in carcere: ancora un'operazione delle unità cinofile della Polizia Penitenziaria, oggi nel carcere di Cagliari.

Il reparto cinofili antidroga della Polizia Penitenziaria di Macomer (Nu) , ha scoperto un tentativo di introduzione sostanze stupefacenti nel carcere di Cagliari da parte dei familiari dei detenuti nel corso dei colloqui.

L'unita' cinofila preposta al controllo ha segnalato una persona, C.E. di 34 anni di Monastir (Ca), e subito e' scattata la perquisizione, come da prassi. L'uomo e' stato trovato in possesso di 6 dosi di eroina ben nascosta tra gli slip.

Lo riferisce Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sappe), precisando che "l'uomo e' stato trovato in possesso di ben 6 dosi di eroina che occultava negli slip". Un episodio che, secondo Capece, conferma l'emergenza droga nelle carceri italiane. ''In Italia il 25% circa dei detenuti e' tossicodipendente, in Sardegna la percentuale e' nettamente superiore, il 35%", sottolinea il segretario del Sappe.

"Se per un verso e' opportuno agire sul piano del recupero sociale, e' altrettanto necessario riformare il sistema di giustizia penale nei confronti delle persone tossicodipendenti che abbiano commesso reati", aggiunge Capece.

"Bisogna evitare la carcerazione attraverso interventi alternativi 'controllati e gestiti' in regime extracarcerario, con l'ausilio dei servizi pubblici e delle comunita' terapeutiche, da attivare gia' durante la fase del processo per direttissima", propone il segretario Sappe.

Adnkronos