www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 07/04/2013  -  stampato il 09/12/2016


Basta alla falsa propaganda sulla Sardegna! Comunicato unitario sindacale

Certi politici e certe oo.ss. Sono come i maghi, con i loro trucchi cercano di incantare il pubblico, estraendo dal cilindro numeri a casaccio.

Certi politici e certe oo.ss. Con la loro confusionaria (e non reale) propaganda vogliono perseguire solo ed esclusivamente i loro interessi.

In Italia sono circa 7000 i detenuti as e 650 quelli sottoposti al regime del 41bis op, come si può solamente pensare che il 50% di questi sarà trasferito negli istituti penitenziari sardi…questa è mistificazione.

Le oo.ss. SAPPE, OSAPP, UIL-PA e CISL-FNS, smentiscono categoricamente quanto comunicato da un politico e da una o.s. Relativamente alla carenza di 1000 unità di personale di Polizia Penitenziaria nella regione Sardegna, notizia da ritenersi non veritiera demagogica e priva di ogni fondamento, utile solo a creare disorientamento fra i colleghi in quanto mai e poi mai in nessun tavolo a livello ministeriale o regionale è stato affrontato tale argomento. Le scriventi si ritengono soddisfatte per il risultato ottenuto con l’aumento di 510 unità sulla pianta organica regionale, quando sarà a regime, portandole a 1834 unità contro le 1324 attuali e con una capienza detentiva di circa 2300/2400 posti.

Per quanto riguarda l’invio in Sardegna di detenuti sottoposti a regimi speciali ci domandiamo: ma dove era il politico di riferimento quando nel parlamento italiano, già nel 2009 si è discussa e approvata la legge 15 luglio 2009, n. 94 ? (disposizioni in materia di sicurezza pubblica-pubblicata nella gazzetta ufficiale n. 170 del 24 luglio 2009 - supplemento ordinario n. 128. I detenuti sottoposti al regime speciale di detenzione devono essere ristretti all'interno di istituti a loro esclusivamente dedicati, collocati preferibilmente in aree insulari) la risposta la diamo noi, il politico che oggi si erge a paladino quella legge l’ha firmata.

Riteniamo offensive le frasi in cui ritiene il popolo sardo debole a potenziali infiltrazioni mafiose e/o di criminalità organizzate ignorando di fatto la caparbietà e il carattere che il sardo ha nel non farsi condizionare né da potenziali infiltrazioni criminose né da chi che sia, riteniamo che queste ultime tentano di mettere radici sicuramente in contesti dove si produce benessere e ricchezza e ci pare che in questa fase così austera che attraversa la nostra terra non sia proprio il caso di preoccuparci.

Basta alla falsa propaganda !!!
Basta alla violenza politica contro la Polizia Penitenziaria !!!
Basta al terrorismo psicologico contro il popolo sardo !!!

Sappeinforma