www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 20/06/2010  -  stampato il 06/12/2016


Camera Penale di Bologna, esposto contro sovraffollamento Dozza

In particolare se vi e' acqua calda sufficiente per le docce dei detenuti; le condizioni igieniche degli ambienti doccia con verifica del numero di impianti rispetto al numero dei detenuti presenti, la presenza di luci di emergenza nel caso in cui venga sospesa l'energia elettrica; lenzuola e coperte disponibili in relazione al numero dei detenuti presenti; possibilita' e modalita' di lavaggio degli indumenti; lo stato dei locali ove si svolgono i colloqui con i familiari con specifico riferimento al numero di detenuti e familiari presenti alle varie sessioni; la qualita' del cibo offerto dall'istituto e le condizioni igieniche degli alimenti che i detenuti ricevono dalle famiglie, alla loro conservazione all'interno delle stanze; la condizione degli spazi destinati ad attivita' lavorative o ricreative; modalita' di svolgimento dell'ora d'aria con particolare riguardo ai tempi e alle condizioni dello spazio offerto''.

Controlli che secondo l'esposto potrebbero mettere in luce eventuali ''omissioni, false attestazioni, violazione di norme di legge, procurando ai detenuti un danno ingiusto'' ma anche aiutare a capire se ''tutte le autorita' competenti abbiano in concreto esercitato il potere-dovere d'intervento o segnalazione''. Con questo gesto la Camera penale di Bologna ha aderito all'iniziativa dell'Ucpi (Unione nazionale delle camere penali) di presentare in data odierna un esposto denuncia contro l'affollamento nelle carceri italiane.

Fonte: Liberp-news.it