www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/05/2013  -  stampato il 11/12/2016


Detenuto sfregia con una lametta Sovrintendente Capo di Polizia Penitenziaria

Un marocchino, recluso nel carcere di Torino, dove sta scontando una pena per violenza carnale (avrebbe dovuto tornare in libertà nel 2014) ha sfregiato con la lama di un rasoio che aveva nascosto in bocca un sovrintendente capo della Polizia Penitenziaria.

Il sovrintendente lo stava scortando in una camera di sicurezza, a fianco dell’Uffficio matricola del carcere.

Sul volto dell’agente c’è ora una profonda ferita, lunga oltre dieci centimetri.

lastampa.it