www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/05/2013  -  stampato il 04/12/2016


Contro le aggressioni ai Poliziotti Penitenziari il Sappe inizia azione legale per risarcimento danni

Aggressioni in carcere: il Sappe prepara azione legale di risarcimento danni per tutti i poliziotti penitenziari aggrediti dai detenuti.

"Il Sappe contro l'inefficienza dell'Amministrazione ha contattato il suo ufficio legale e sta preparando una richiesta di risarcimento danni per tutti i lavoratori aggrediti, poiche' cio' e' stato dovuto all'inerzia della stessa". Lo riferisce una nota di Federico Pilagatti, segretario nazionale Sappe che pone l'attenzione su "quanto sta avvendo nel carcere di Bari, dove ieri sera un altro agente e' stato preso a pugni e mandato in ospedale dallo stesso detenuto che negli ultimi tempi ne ha aggredita al 4 procurando agli stessi fratture e contusioni varie".

"E' incredibile l'inerzia dell'amministrazione penitenziaria che nonostante abbia tutte le opzioni per risolvere la questione a tutt'oggi ha lasciato libero il detenuto di fare quello che vuole e mettere tutto il carcere in subbuglio", prosegue il sindacalista. "Bastava applicare gli articoli dell'ordinamento penitenziario per riportare tutto sotto controllo - continua la nota - mentre cosi' facendo si sta decimando il personale che a questo punto ha paura poiche' non viene ne' tutelato ne' posto in condizione di controbattere.

Il Sappe, sindacato autonomo Polizia Penitenziaria considerato l'inefficienza dell'amministrazione penitenziaria chiede l'intervento del prefetto poiche' la situazione se non sanata potrebbe creare non pochi problemi di ordine e sicurezza pubblica", conclude Pilagatti.

Adnkronos