www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/05/2013  -  stampato il 05/12/2016


Evasione dal carcere di Parma: indagati il Direttore il Comandante e altri otto poliziotti penitenziari

Evasione dal carcere di Parma: indagati il Comandante del penitenziario insiame ad altri otto Poliziotti penitenziari e al Direttore del carcere. 

Il direttore provvisorio del carcere di via Burla, un comandante di reparto e otto agenti di Polizia Penitenziaria sono stati indagati per l'evasione dei due detenuti albanesi che, segando le sbarre e scavalcando le mura del penitenziario, dallo scorso febbraio hanno fatto perdere le proprie tracce.

Il sindacato Sappe in un comunicato rende noto che sono stati notificati nei giorni scorsi dieci avvisi di garanzia. Le ipotesi di reato sono la colpa del custode e la procurata evasione.

"Le responsabilità sono del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, che ha tolto da due anni il direttore titolare per assegnarlo all'Ufficio distacchi del Personale - dichiarano Donato Capece ed Errico Maiorisi, rispettivamente segretario generale e vice segretario regionale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria - che non ripiana le gravi carenze di organico, ben 150 agenti di Polizia Penitenziaria in meno in servizio, tali da non permettere neppure di mettere le sentinelle sul muro di cinta del carcere.

Il Dap favoleggia di un regime penitenziario aperto, di sezioni detentive sostanzialmente autogestite da detenuti previa sottoscrizione di un patto di responsabilità favorendo un depotenziamento del ruolo di vigilanza della Polizia Penitenziaria. Per questo auspichiamo un avvicendamento degli attuali vertici dell'amministrazione penitenziaria che vede attualmente a capo del Dipartimento dirigenti che non sono stati in grado di trovare valide soluzioni ai problemi penitenziari".

parma.repubblica.it

Evasione dal carcere di Provenzano: due detenuti evasi durante i colloqui

Evasione Parma: i due detenuti hanno segato le sbarre della cella e scavalcato il muro di cinta