www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/06/2010  -  stampato il 09/12/2016


Sappe: un altro agente aggredito nel carcere di Marassi, servono provvedimenti straordinari

"Dopo le proteste nelle scorse notti dei detenuti del carcere di Genova Marassi, che hanno dato vita ad una serie di rumorose proteste battendo oggetti sulle inferriate delle celle, e il tentativo di rivolta messo in atto ad inizio mese da 7 detenuti tunisini, con 4 agenti di polizia penitenziaria feriti ed un principio di incendio fortunatamente scongiurato, ancora un grave episodio di violenza nel penitenziario della Valbisagno". La denuncia e' di Roberto Martinelli, segretario generale aggiunto e commissario straordinario per la Liguria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.

''Questa mattina c'e' stata ancora un'aggressione ad un poliziotto penitenziario a Marassi, l'ennesima. Alle 11 circa - racconta il sindacalista - un detenuto tunisino detenuto al secondo piano della Seconda sezione, ha proditoriamente sferrato dallo spioncino della cella un violento pugno all'agente di Polizia Penitenziaria in servizio presso quel reparto: l'agente e' riuscito in parte ad evitare il colpo, rimanendo comunque ferito al labbro superiore.
Al collega va naturalmente la nostra vicinanza e solidarieta', ma ci domandiamo quante aggressioni ancora dovra' subire il nostro personale perche' si decida di intervenire concretamente sulle criticita' di Marassi?". Martinelli aggiunge che "questa ennesima aggressione ci preoccupa".

Fonte: adnkronos