www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/06/2013  -  stampato il 09/12/2016


Ministro Cancellieri: i detenuti non pericolosi? Sistemiamoli nelle caserme

Sovraffollamento delle carceri: il Ministro Cancellieri lancia la proposta di sistemare i detenuti non pericolosi nelle caserme.

''A fronte di 47mila posti'' nelle carceri italiane ''ci sono 66mila detenuti. Non bastano letti in più, servono carceri alternative per chi non è pericoloso, in cui il detenuto possa lavorare e svolgere qualche attivita' sociale''. E' il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri a parlare, in un'intervista a 'Repubblica', del ''progetto di creare un circuito di detenuti non pericolosi da sistemare in caserme distribuite in varie regioni. Ne abbiamo gia' individuate una decina da ristrutturare in tempi rapidi, senza grossi investimenti''.

Il rinvio sul dl con misure per attenuare il sovraffollamento carcerario ''e' una questione di tempi. E poi stavo ancora lavorando sul magistrato di sorveglianza. Neppure Alfano era pronto con il suo pacchetto'', aggiunge.
''Bisogna depenalizzare perche' in Italia chi da' in autobus false generalita' rischia fino a sei anni, la stessa pena di chi stampa moneta falsa. Servono sanzioni amministrative.

Poi -prosegue Cancellieri- bisogna puntare sulle misure alternative, perche' chi commette un reato non grave non deve per forza finire in carcere. Io, come cittadina, sarei piu' contenta se chi imbratta i muri li ripulisse piuttosto che vederlo in prigione''.

Adnkronos