www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 26/06/2013  -  stampato il 10/12/2016


Proposta di intitolare carcere Arghillą a Paolo Maria Quattrone

Proposta di intitolare il carcere dell'Arghillà a Paolo Maria Quattrone, l'ex Provveditore dell'amministrazione penitenziaria morto suicida. 

Il vicepresidente del Consiglio regionale, Alessandro Nicolò, ed il segretario - questore, Giovanni Nucera, in una dichiarazione congiunta, "esprimono apprezzamento per la decisione unanime del Consiglio regionale" di votare un ordine del giorno da loro presentato con cui si richiede al Ministero della Giustizia di intitolare al dottor Paolo Maria Quattrone la nuova casa di reclusione di contrada Arghillà.

"Paolo Maria Quattrone - ricordano Nicolò e Nucera - è stato apprezzato e unanimemente stimato non solo per i tratti della sua umanità nel corso del lungo impegno a servizio dello Stato in una amministrazione di assoluta delicatezza qual è il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, ma perché ha contribuito ad elaborare soluzioni in grado di mitigare i rigori della detenzione, costruendo, nel contempo, la speranza per moltissimi detenuti di potere reinserirsi dignitosamente e proficuamente, una volta espiata la pena, nei circuiti civili e nella società nel suo complesso".

"La sua figura cristallina - proseguono Nicolò e Nudera - non poteva dunque non trovare legittima e doverosa testimonianza nelle istituzioni democratiche per consegnarne la memoria e tenere vivo il suo straordinario impegno civile a servizio di quanti, pur trovandosi a dovere scontare un prezzo alto con la società, non hanno perso la speranza di un futuro sereno".

zoomsud.it

Anniversario della scomparsa di Paolo Quattrone: il ricordo della moglie