www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/07/2013  -  stampato il 06/12/2016


Giacinto Siciliano, il Direttore del carcere di Opera, esprime dubbi sulle dichiarazioni di Riina

Giacinto Siciliano esprime i suoi dubbi sulle affermazioni di Totò Rinna che ha rilasciato ai due Agenti di Polizia Penitenziari del GOM sulla trattativa tra Stato e mafia.

Il primo infatti ad esprimere dubbi circa il comportamento del boss è Giacinto Siciliano, direttore del carcere di Opera dov'è detenuto il capomafia corleonese: "Le ripetute e ravvicinate affermazioni del Riina su vicende processuali o fatti che lo riguardano (come l'arresto) appaiono anomale rispetto a un atteggiamento che da sempre lo ha contraddistinto, di 'riservatezza' nell'approccio con gli operatori tutti" afferma. Per Siciliano, la "loquacità" di Riina "potrebbe avere un preciso significato quanto essere riconducibile a un deterioramento cognitivo legato all'età".

I due agenti, che avrebbero raccolto le dichiarazioni del boss in una pausa del processo nell'udienza del 31 maggio scorso, assicurano che "Riina era assolutamente lucido, cosciente, padrone di se e ha scandito quelle frasi perché noi le sentissimo chiaramente".

tg24.sky.it

Totò Riina si confida con Agenti di Polizia Penitenziaria del GOM e parla dei rapporti tra Stato e mafia