www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/07/2013  -  stampato il 10/12/2016


Agente aggredito a Bologna: frattura del naso e lesioni ai tendini della mano

Aggressioni in carcere: poliziotto riporta la frattura del naso e lesioni tendini della mano per aggressione da parte di un detenuto nel carcere di Bologna.

L’assistente capo ha riportato la frattura del setto nasale e la lesione dei tendini di una mano. Il Sappe: "La situazione peggiora". Il Sappe, sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, denuncia un ennesimo caso di aggressione: questa volta tutto è avvenuto all’Opg di Reggio Emilia, dove ieri sera un assistente capo è stato aggredito da un internato riportando la frattura del setto nasale e la lesione dei tendini della mano sinistra. L’agente ne avrà per sei mesi.

"Le aggressioni si ripetono con frequenza quotidiana, ormai - commenta Giovanni Battista Durante, responsabile del Sappe Emilia Romagna - La situazione peggiora, e le misure del governo non produrranno nulla di buono, a nostro parere. Nel frattempo continuiamo a perdere personale: avremo quasi 2000 agenti in meno nei prossimi anni, con il risultato che le carceri saranno sempre più nelle mani dei detenuti".

Ansa