www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/07/2013  -  stampato il 09/12/2016


Poggioreale l'inferno in una stanza: il video girato da Il Mattino

Viaggio del Mattino.it nel carcere di Poggioreale, il più sovraffollato d'Italia. I numeri della struttura sono da brividi: la casa circondariale può contenere massimo 1350 persone. Oggi, invece, i detenuti nella struttura sono oltre 2800. Le celle "scoppiano" e in alcuni casi si trovano fino a 14 persone in pochi metri quadrati. Detenuti che condividono 24 ore su 24 spazi ristretti, bagni piccolissimi, ansie, dolore e attesa.

L'articolo 27 della Costituzione Italiana recita: «Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato». Ma al carcere di Poggioreale (da poche settimane intitolato all'ex direttore Salvia), nonostante i grandi sforzi e sacrifici di tutti (direzione, agenti della Polizia Penitenziaria, educatori e volontari), quelle parole - su cui si fonda l'Italia - sembrano un sogno irrealizzabile. «Entrano nel carcere colpevoli di un reato che hanno commesso, escono dal carcere vittime di un reato che hanno subito», è la sintesi perfetta del cappellano della struttura, Don Franco Esposito.

ilmattino.it