www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 20/07/2013  -  stampato il 07/12/2016


Aggressione ad Avellino: detenuto aggredisce quattro agenti penitenziari

Detenuto di 40 anni di Napoli picchia il suo compagno di cella ucraino e poi aggerdisce le guardie che dovevano trasferirlo in clinica. E' accaduto al carcere di Bellizzi Irpino. Il napoletano ha mandato al'ospedale sia l'ucraino che i quattro agenti. Per lui è stato deciso il soggiorno in cella di isolamento.

Scattato l'allarme, quando la rissa in cella è degenerata, i due contendenti sono stati bloccati e trasferiti in infermeria dove il 40enne napoletano ha continuato ad andare in escandescenze contro tutto e tutti.

Non a caso, quando il medico di turno ne ha disposto il trasferimento in ospedale, l’uomo ha aggredito anche i quattro a agenti del nucleo di Polizia Penitenziaria che sono stati a loro volta costretti a ricorrere alle cure dei medici del Moscati. Per le escoriazioni riportate i quattro sono stati dichiarati guaribili tra i 5 e 10 giorni.

Sempre di 10 giorni è stato il referto medico stilato al trentacinquenne ucraino che, prima di essere dimesso, e' stato sottoposto ad esami radiologici che hanno escluso conseguenze.