www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/07/2013  -  stampato il 03/12/2016


Calci e pugni al medico del carcere: detenuto con due ergastoli voleva cella singola

Aggressioni in carcere: stavolta detenuto con due ergastoli da scontare sferra calci e pugni al medico del carcere di Padova.

I fatti risalgono a giovedì, quando - come riportano i quotidiani locali - un detenuto 45enne italiano, intorno alle 18.30, ha chiesto di essere visitato per problemi di salute. Una volta portato in infermeria, il recluso, condannato a due ergastoli per reati di mafia, ha pestato a sangue il medico del carcere Due Palazzi di Padova, Salvatore Montalto, sferrando calci e pugni fino all'arrivo degli agenti di polizia che, allarmati dalle urla del dottore, sono riusciti a bloccare l'aggressore. 

MEDICO IN OSPEDALE E DETENUTO IN ISOLAMENTO. Accompagnato subito al pronto soccorso, al medico è stata prescritta una prognosi di 20 giorni. Per il detenuto invece è scattato l'isolamento. Secondo la ricostruzione fornita dal recluso agli agenti, l'ergastolano sarebbe "esploso" di rabbia dopo essersi lamentato delle cure ricevute in carcere, giudicate inadeguate, e dopo aver chiesto senza successo al medico (cui non spetta certo la competenza sull'argomento) di essere trasferito in un altro istituto e in una cella singola.

padovaoggi.it