www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/09/2013  -  stampato il 02/12/2016


Carcere di Pavia: inizia la protesta ad oltranza della Polizia Penitenziaria per carenza organico

Protestano gli agenti di Polizia Penitenziaria del carcere di Torre del Gallo, dopo l'assemblea di venerdì sera i sindacati Sappe, Cgil Fp, Cisl Fns, Uilpa, Sinappe e Sippe hanno dichiarato lo stato di agitazione a oltranza. "La pianta organica prevista per il solo padiglione vecchio della casa circondariale di Pavia dovrebbe essere di 283 agenti, attualmente sono in organico 244 ma di questi circa 30 sono distaccati presso altri sedi - scrivono i sindacati - quelli effettivamente in servizio sono dunque solo 210 che con grande sacrificio e spirito di abnegazione, prestano servizio presso l'istituto e continuano a garantirne la sicurezza, ma operando in continua emergenza ai livelli minimi di sicurezza".

Da anni in ogni sezione lavora un solo agente alla volta, in media un agente ogni 75 detenuti, la situazione è destinata a peggiorare con l'apertura il 15 del nuovo padiglione e l'arrivo di altri 300 detenuti. "Attraverso il piano di mobilità e l'assegnazione dei neo agenti non e stato previsto nessun incremento d'organico e una situazione già critica rischia di diventare drammatica, mettendo a rischio i diritti più elementari come i riposi settimanali e le ferie".

I lavoratori protestano anche per "il silenzio assordante del direttore dell'istituto pavese, il quale, nonostante le richieste d'incontro per discutere della nuova organizzazione del lavoro, ha evitato il confronto con le rappresentanze dei lavoratori". Da martedì e finché non sarà assicurato l'organico necessario ad aprire il nuovo padiglione applicheranno come prima forma di protesta l'astensione dalla mensa obbligatoria di servizio.

La Provincia Pavese