www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 28/06/2010  -  stampato il 08/12/2016


Monia Baccaille, una freccia tricolore

Un anno fa ad Imola, oggi (23 giugno) a Riese Pio X: nella cittadina trevigiana è ancora Monia Baccaille a svettare per prima sul traguardo che assegnava la maglia tricolore nella prova in linea di ciclismo su strada. L’atleta umbra si è confermata, a coronamento di un periodo di forma che la consacra tra le più forti specialiste italiane del momento: e questo successo consolida le posizioni di una squadra come quella delle Fiamme Azzurre, che fin d’ora può contare sull’apporto di atlete splendide come la campionessa del mondo Tatiana Guderzo e l’emergente Marta Tagliaferro, ma presto riavrà tra le sue file anche l’ex iridata Marta Bastianelli. La formazione guidata dal tecnico Cristiano Valoppi e coordinata dal responsabile Francesco Pennisi ha dato la concreta dimostrazione di come – anche nelle corse di un giorno - si possa focalizzare la determinazione e la compattezza di un gruppo di ragazze dal grande talento. Come successe a Mendrisio, dove la maglia iridata della Guderzo fu anche conseguenza dell’apporto fornito proprio da Monia Baccaille alle sorti della squadra azzurra.
Stavolta è stata invece Tatiana a mettersi al servizio di Monia, con grandissima umiltà e dedizione: uno sforzo al quale ha contribuito anche la giovane Marta Tagliaferro, anche lei in grandissima crescita agonistica dopo il suo ingresso nella Polizia penitenziaria, proprio per la possibilità di correre al fianco di campionesse di eccezionale livello. La corsa, che si snodava su un percorso di 137km, ha messo a dura prova la cilindrata delle 68 partenti: dopo una settantina di chilometri il colpo di mano decisivo, che portava al comando una fuga di 11 ragazze, tra le quali le nostre Baccaille e Tagliaferro. La collaborazione del gruppo di testa permetteva di mantenere un certo vantaggio sulle dirette inseguitrici, dove Tatiana Guderzo si adoperava per spezzare qualsiasi iniziativa di ricongiungimento. All’ultimo giro, l’estremo tentativo di evitare la volata è stato posto in opera da Valentina Bastianelli, ma invano: e così, sul traguardo tricolore, l’azione irresistibile di Monia Baccaille regalava il secondo titolo consecutivo ai colori delle Fiamme Azzurre. Una soddisfazione importante per tutti coloro che hanno contribuito ai nostri successi in questa stagione, non ultimi gli sponsor – aziende leader nel settore come "Pinarello" e "Giordana" – e lo staff che ha coadiuvato l’operato di Valoppi, con i meccanici Gabriele Gentile e Carlo Buttarelli e un fisioterapista d’eccezione come l’ex campione del mezzofondo, Giuseppe D’Urso.
Nel dopo gara, davanti ai microfoni di giornali e tivù, la nostra Monia Baccaille ha voluto accomunare nella gioia della vittoria tutti coloro che le sono stati vicini: “Voglio dedicare il successo in particolare alla mia compagna di squadra Tatiana Guderzo, il cui apporto è stato determinante nel momento topico della gara, come quello delle Fiamme Azzurre nel loro complesso: e poi alla mia famiglia, agli sponsor e soprattutto ai colleghi della Polizia penitenziaria, che ci seguono sempre con grande affetto”.
Una giornata da ricordare, in attesa della cronometro in programma domenica prossima.

L’ORDINE DI ARRIVO (Riese Pio X, 137km)

1.MONIA BACCAILLE (Fiamme Azzurre) 3h44’31” (media 36.612 km/h)
, 2.Alessandra D’Ettorre (Forestale), 3.Lorena Foresi (Safi Pasta Zara), 4.Valentina Bastianelli (Top Girls), 5.Francesca Tognali (Vaiano Tepso Solaristech), 6.Gloria Presti (Top Girls), 7.Alessandra Borchi (Gauss Ormu), 8.MARTA TAGLIAFERRO (Fiamme Azzurre), 9.Jennifer Fiori (Top Girls), 10.Alice Donadoni (Gauss Ormu), … 15.TATIANA GUDERZO (Fiamme Azzurre) a 9’58”

Fonte: polizia-penitenziaria.it