www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 19/05/2010  -  stampato il 08/12/2016


Festa a Roma, gioia ed emozione per le Fiamme Azzurre

Tanta gioia, ma anche tanta sana emozione: Federico Colbertaldo e Francesca Quondamcarlo sono stati protagonisti della cerimonia che ha coinvolto le più alte cariche dello Stato in occasione della Festa della Polizia penitenziaria che si è svolta sul piazzale del Colosseo. “Più teso che nella finale mondiale”, ha confessato Colby alla fine con la sua abituale semplicità d’animo. I due atleti, che hanno in pratica rappresentato i grandi successi riportati dalle Fiamme Azzurre nel corso di una straordinaria stagione 2009, sono stati accompagnati davanti al Capo dello Stato dal Responsabile del Gruppo Sportivo, Comm. Marcello Tolu, e dal Vice Responsabile, Comm. Francesco Pennisi: momenti nei quali anche il Ministro della Giustizia Angelino Alfano ed il Capo del Dipartimento Franco Ionta hanno espresso in modo visibile la personale soddisfazione e l’apprezzamento per i successi ottenuti in campo agonistico.
Giorgio Napolitano si è cordialmente intrattenuto con i nostri campioni all’atto del conferimento della promozione per merito straordinario: ad Assistente per Francesca, ad Agente Scelto per Federico. Il Presidente della Repubblica ha avuto così occasione di premiare per la terza volta i ragazzi delle Fiamme Azzurre: era già accaduto con Carolina Kostner e Nadia Cortassa (a proposito: auguroni alla campionessa del triathlon per la nascita di Christian, complimenti estesi anche al marito Andrea!) a Napoli nel 2007 e a Giovanni Pellielo e Tatiana Guderzo a Roma lo scorso anno per gli allori olimpici conquistati nei Giochi di Pechino 2008. La Polizia penitenziaria è sempre orgogliosa dei suoi campioni, tanto più in circostanze festose come queste: anche se sulla cerimonia ha pesato il ricordo del sacrificio dei due militari italiani caduti in Afghanistan poche ore prima.
 
fonte: polizia-penitenziaria.it