www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 14/10/2013  -  stampato il 07/12/2016


Ancora serie di aggressioni di detenuti verso i poliziotti nelle carceri di Lucca e Pisa

Aggressioni in carcere: serie di aggressioni di detenuti nei confronti della Polizia Penitenziaria nelle carceri di Lucca e Pisa.

Momenti di tensione nelle carceri toscane di Lucca e Pisa. "Diversi nostri agenti sono stati aggrediti da detenuti nelle ultime ore - denuncia Donato Capece, segretario generale del sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria Sappe - cinque agenti a Lucca e uno a Pisa, per un complessivo numero di diverse decine di giorni di prognosi a testimonianza della grave situazione delle carceri in Toscana".

In entrambi i casi sono stati coinvolti detenuti italiani e stranieri. "Di fronte a questa ingiustificata violenza servono risposte forti - continua Capece - come quella di espellere tutti gli stranieri detenuti in Italia (oltre 23.200 sugli oltre 65mila presenti) per far loro scontare la pena nelle
carceri dei loro Paesi". Secondo Donato Capece bisogna inoltre intervenire tempestivamente per garantire la sicurezza dei poliziotti penitenziari, punendo con severità i responsabili delle aggressioni.

Nel caso di Pisa, ad esempio, l'aggressore aveva già avuto comportamenti violenti nei confronti degli agenti di Prato. "Manifesteremo nelle prossime settimane e proclameremo lo stato di agitazione in Toscana contro questo inaccettabile stato di cose" conclude Capece.

firenze.repubblica.it