www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 25/10/2013  -  stampato il 10/12/2016


Rinviati a giudizio 20 detenuti per la maxi rissa nel carcere di Varese

Varese - Maxi rissa in carcere, rinviati a giudizio venti detenuti. Si erano azzuffati il giorno di Santo Stefano del 2008 all’interno dei Miogni, procurandosi fortunatamente solo qualche lieve contusione. Oggi il rinvio dell’udienza con gli imputati intenzionati a patteggiare.
Una rissa a squadre, italiani contro marocchini, che ha coinvolto ben venti detenuti del carcere dei Miogni. Un fatto grave, conseguenza probabilmente della difficile convivenza nell’affollata struttura varesina, che si è risolto con il rinvio a giudizio per rissa e lesioni di tutti gli uomini coinvolti.
Una maxi rissa spaventosa, come la ricordano all’interno del carcere, che poteva finire davvero in tragedia ma che fortunatamente ha procurato solo qualche lieve ferita ai detenuti.
Dodici marocchini e otto italiani che hanno iniziato a malmenarsi probabilmente per futili motivi e che hanno smesso solo dopo l’intervento delle guardie carcerarie.
Tra i testimoni presenti questa mattina in Tribunale anche il commissario Croci, comandante della Polizia Penitenziaria dei Miogni.
L’udienza, tenuta davanti al giudice monocratico, si è conclusa con un rinvio e gli imputati tutti intenzionati a patteggiare. Gli uomini sono tutt’ora detenuti in carcere ed è probabile che dalla sentenza, prevista per dicembre, ricaveranno un allungamento della pena.V. Fum

laprovinciadivarese