www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/11/2013  -  stampato il 07/12/2016


Favi, responsabile giustizia del PD: niente tagli al personale che lavora in carcere

"I tagli del personale dell'amministrazione penitenziaria rischiano di acuire le sofferenze di un sistema già al collasso e che ripetutamente è stato dichiarato a rischio di trattamenti disumani e degradanti". Lo afferma Sandro Favi, responsabile carceri Pd.

"La piaga dei suicidi in carcere, come quella delle altre emergenze quotidiane, non possono tollerare lo smantellamento di presidi essenziali per la sicurezza e per la cura e il sostegno alle persone detenute. Il governo e il parlamento intervengano affinché questo settore non venga privato di professionalità essenziali. La mancanza di dirigenti, operatori dell'area rieducativa e sociale, di agenti della Polizia Penitenziaria, può pregiudicare gli interventi legislativi già avviati e quelli che verranno approntati nelle prossime settimane per contrastare il sovraffollamento e per rilanciare la funzione di reinserimento delle pene", conclude Favi.

ASCA