www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/07/2010  -  stampato il 10/12/2016


Assoluti, sboccia la nuova Rosa

Luci ed ombre da Grosseto: perché, purtroppo, questa è una stagione nella quale l’atletica delle Fiamme Azzurre non riesce a venire a patti con la buona sorte. Questa 100^ edizione degli Assoluti (30 giugno e 1° luglio) ci ha regalato tre titoli e, probabilmente, 6 o 7 convocati per i prossimi Campionati Europei di Barcellona, in programma a fine luglio: ma ha pure lasciato l’immagine di un gruppo che in troppi casi è stato costretto a combattere con problemi di salute o con una condizione non brillantissima. Abbiamo pagato lo scotto del nostro impegno in Coppa dei Campioni? Forse, ma in ogni caso sarebbe stato giusto onorare il debutto nel massimo trofeo continentale in Portogallo.
Fatto sta che allo Stadio Comunale “Carlo Zecchini” (ex Olimpico di Grosseto, in ricordo delle partite del torneo di calcio di Roma ’60 disputate su quel terreno di gioco) abbiamo brillato soprattutto con le nostre lanciatrici: Chiara Rosa e Zahra Bani in splendido crescendo quanto a misure stagionali. Qualcosa da registrare per Laura Bordignon, che pure ha portato a casa l’ennesima maglia tricolore del disco: ma non è riuscita ad avvicinare nuovamente il minimo di ammissione agli Europei che aveva agguantato nella rassegna invernale. E il poker, già servito, non si è concretizzato a causa di una leggera contrattura che ha colpito Daniela Reina nel riscldamento della finale degli 800 metri: ma per la brava atleta marchigiana non pare nulla di compromettente in vista del prosieguo di stagione. Resta da segnalare soprattutto il podio di Giulio Ciotti, in una gara di alto che avrebbe potuto regalargli anche maggiori soddisfazioni: e poi il gagliardo spirito combattente di Audrey Alloh in una tesissima finale dei 100 metri, nella quale le forze emergenti si sono dovute inchinare al ritorno di Manuela Levorato. Salutiamo anche il progressivo ritorno ad una forma accettabile di Valeria Roffino e di Valeria Canella, mentre Teresa Di Loreto, Laura Gibilisco e Tiziana Rocco si sono attestate sulle posizioni di discreta eccellenza che si ptevano auspicare nell’occasione.
Ora l’attenzione si sposta verso l’appuntamento europeo nella metropoli catalana: dal 26 luglio al 1° agosto si lotterà per medaglie importanti nello Stadio Olimpico del Montjuic.

Tutti i risultati delle Fiamme Azzurre a Grosseto: uomini – 200m (b): 5b2 (11°) Francesco Scuderi 21”75 (-1.5); 3000st (b): (12) Berardino Chiarelli 9’07”12; alto (b): (3) Giulio Ciotti 2.24; donne – 100m (a): (4) Audrey Alloh 11”69 (-0.4, 4b2 11”74/-0.1); 800m: NP in finale Daniela Reina (1b1 2’07”89), 7b1 (10^) Martina Rosati 2’11”19; 3000st (b): (6) Valeria Roffino 10’18”62; alto (a): 7.Elena Brambilla 1.78; asta (b): 17.Tatiane Carne 3.40; lungo (b): 4.Valeria Canella 6.07 (-1.1), (5) Teresa Di Loreto 6.01 (-1.1); peso (b): 1.Chiara Rosa 18.61 (serie: 17.55 17.51 17.88 18.56 18.60 18.61); disco (a): 1.Laura Bordignon 54.75; martello (a): 4.Laura Gibilisco 60.62; giavellotto (b): (1) Zahra Bani 59.87 (serie: 52.80 57.06 59.23 54.96 P 54.87), (5) Tiziana Rocco 49.70

Fonte: polizia-penitenziaria.it