www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 10/12/2013  -  stampato il 11/12/2016


Alessia Morani parlamentare moglie di un carabiniere, la nuova responsabile giustizia del PD

Alessia Morani, avvocato pesarese, 37 anni, è la nuova responsabile giustizia del Pd.

"La settimana scorsa, Luca Lotti mi ha detto "inizia a studiarti bene la giustizia, non so in che forma ma te ne occuperai". Oggi alle due m'ha chiamato Renzi. Sono rimasta in apnea qualche secondo poi ho accettato".
Così la deputata Alessia Morani, avvocato pesarese 37enne, un percorso politico iniziato nei Ds e proseguito nel Pd, "orgogliosamente compagna di un carabiniere", è la nuova responsabile giustizia del partito. "Confusa e felice, come diceva Carmen Consoli". Avete una grande responsabilità, dovete "cambiare verso" al partito, no?

"Accettiamo onore e onere della prova. Dateci tempo e un po' di fiducia e dimostreremo che c'è una generazione di quarantenni con la voglia di mettersi sulle spalle questo Paese". Leinel2012sostenneBersani, stavolta Renzi. Cosa l'ha convinta del sindaco?
"La stessa cosa che ha convinto il 70% degli elettori delle primarie a votarlo: la possibilità di dire basta a un gruppo dirigente che non è più in sintonia né con gli iscritti né con gli elettori, sconfitto dal punto di vista elettorale ma anche culturale, visto che non ha saputo fare da anticorpo al berlusconismo". Lei si occuperà di giustizia: che ne pensa di amnistia e indulto?

"Sono provvedimenti che non risolvono il sovraffollamento carcerario, creano nei cittadini l'idea che non esistano pene certe e fanno venire meno la funzione fondamentale del carcere, cioè la rieducazione. Bisogna fare riforme strutturali per tenere insieme i diritti dei detenuti con i diritti delle persone violate".

La Stampa