www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 10/12/2013  -  stampato il 02/12/2016


I vertici del DAP elogiano l'intervento del collega che ha salvato il bambino

Il capo del Dipartimento per l'amministrazione penitenziaria, Giovanni Tamburino, con una lettera, ha elogiato l'intervento fulmineo e coraggioso dell'Assistente Luigi Barbanera, 45 anni, che ieri si è reso protagonista dell'eroico salvataggio di un bambino di 20 mesi precipitato dalla finestra dell'appartamento dei genitori a Cantù, impedendo drammatiche conseguenze per la vita del piccolo. Barbanera, che presta servizio al carcere di Como, ieri, smontato dal servizio, si trovava in macchina, fermo a un semaforo, nei pressi dell'abitazione del bimbo, quando ha notato il piccolo in piedi sul davanzale. Con grande prontezza di riflessi, è uscito dalla macchina ed è riuscito ad afferrare al volo il bimbo dopo la caduta di otto metri.

''E' una bella notizia, che ci riempie di gioia - ha dichiarato il Capo del Dap - innanzitutto perché il bambino non ha subito conseguenze dalla drammatica caduta e poi perché il salvataggio è stato effettuato da un nostro poliziotto che, libero dal servizio, ha dimostrato il valore etico e professionale dell'Assistente Barbanera e con lui di tutti gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria''.

''Centinaia di suicidi sventati ogni anno, interventi tempestivi e coraggiosi per evitare il peggio quando si verificano atti di autolesionismo, risse tra detenuti, eventi critici che mettono anche a rischio la vita stessa degli Agenti. La Polizia Penitenziaria ogni giorno si rende protagonista di atti eroici, senza che di questo venga dato risalto sui giornali - aggiunge il vice capo del Dipartimento, Luigi Pagano - L'intervento dell'assistente Barbanera ha giustamente dato rilievo a un uomo della Polizia Penitenziaria, e in questo mi associo alle parole di elogio del capo del Dipartimento. Sarebbe bello, però, ogni tanto, leggere sui giornali anche delle decine di storie di solidarietà, di umanità e di coraggio che si consumano all'interno delle carceri, e che vedono protagonisti gli uomini e le donne della Polpen''.

notizie.tiscali.it

L'eroe di Como che ha salvato il bimbo caduto: "ho fatto quello che si doveva fare"

 

Suicidi in carcere: ecco la scomoda verità di cui nessuno parla...