www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/12/2013  -  stampato il 09/12/2016


Poliziotto penitenziario uccide collega con la pistola e poi tenta il suicidio: tragedia a Torino

Sparatoria all'interno del carcere "Lorusso e Cotugno" delle Vallette. Un agente di custodia col grado di assistente capo ha ucciso a colpi di pistola un collega ispettore e poi si è sparato ed ora è in fin di vita. Diversi i proiettili esplosi. L'ispettore è morto subito, l'uccisore è stato ricoverato d'urgenza in ospedale dove tentano di salvarlo. Resta ancora da chiarire l'accaduto, in particolare i motivi che hanno portato i due agenti a estrarre le armi e a sparare. Pare che i due fossero ai ferri corti per divergenze sulle licenze di Natale. Sotto choc i colleghi.

"E' notizia di pochi minuti fa - riferisce Donato Capece, segretario generale del sindacato Sappe - una notizia agghiacciante. Non si conoscono ancora le ragioni del gesto". Secondo quanto si apprende, è accaduto poco dopo le 8.15 davanti allo spaccio interno della casa circondariale, dove lo sparatore ha esploso due o tre proiettili contro il collega. Il fatto è successo sotto gli occhi di diversi colleghi dei due protagonisti, che hanno assistito alla scena senza poter intervenire perché la sequenza è stata rapidissima. In quel momento nel corridoio c'erano anche alcuni detenuti che sono subito stati riportati in cella.

"E' una tragedia - aggiunge Capece - che colpisce tutta la Polizia Penitenziaria di Torino che, tra l'altro, è quotidianamente provata da difficili, pericolose e stressanti condizioni di lavoro".

torino.repubblica.it

E' morto in ospedale il Poliziotto omicida-suicida del carcere di Torino