www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/07/2010  -  stampato il 03/12/2016


Manovra, Silvio Berlusconi conferma: "Nessun taglio alle tredicesime delle forze di polizia"

"Smentisco questa notizia nella maniera più assoluta". L'affermazione perentoria è del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intervistato dal Tg 4, a proposito dell'emendamento del relatore alla manovra che taglia le tredicesime ad alcune categorie, tra le quali la polizia. La precisazione del premier arriva dopo quella del ministro della Difesa Ignazio La Russa: "Non vi è nessuna ipotesi che preveda la possibilità di un taglio della tredicesima per il personale del comparto sicurezza". Il ministro della Difesa aveva riferito di aver parlato con il responsabile del ministero dell'Economia: "Per evitare ogni confusione - aveva spiegato - il ministro Tremonti mi ha preannunciato che con ogni probabilità eliminerà anche la semplice possibilità, facoltativa, di optare per questa soluzione, anziché per il taglio degli aumenti a seguito di promozioni".

Fonte: tiscali.it

"Facciamo un punto chiaro e fermo sulla manovra in merito alle tredicesime nel comparto sicurezza", ha premesso La Russa. "Il punto di cui si discute con Tremonti - ha proseguito il ministro della Difesa - non è questo ma è il blocco degli aumenti in caso di promozione che per il comparto sicurezza è assai più pesante e punitivo rispetto altri comparti perché da noi le promozioni sono più frequenti. Nell'ambito di questa discussione, l'economia ha proposto di dare la facoltà, ma non l'obbligo, a ogni comparto di optare per un taglio generalizzato fra il 10 e il 20% della tredicesima al posto del taglio sulle promozioni”.
“Ma questa ipotesi - ha spiegato La Russa - non è neanche stata presa in seria considerazione né da me né dal ministro Maroni con cui mi sono sentito questa mattina. L'abbiamo notificato pubblicamente e io ho appena finito di parlare con Tremonti che ne ha preso atto. In parole povere, sia da me che da Maroni è stato specificato che anche ove la norma che dà la facoltà di optare per il taglio delle tredicesime venisse inserita, noi fin da ora dichiariamo che non intendiamo avvalercene in nessun caso. In sintesi non vi è nessuna ipotesi - ha concluso La Russa - che prevede la possibilità di un taglio delle tredicesime per il personale del comparto sicurezza". "Rimane aperta - ha infine sottolineato La Russa - la richiesta di considerare la particolarità del comparto sicurezza per quanto riguarda l'aumento degli stipendi a seguito delle promozioni".