www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 15/01/2014  -  stampato il 11/12/2016


Incendio in appartamento a Teramo, giovane salvato da poliziotto penitenziario

Un incendio è divampato nella mattinata di domenica 12 gennaio in un'abitazione in via Morganti a Teramo e grazie al pronto intervento del Commissario Igor De Amicis, Vice Comandante del Reparto di Polizia Penitenziaria, un cittadino non ha avuto conseguenze tragiche specie per un bimbo di appena sei mesi.

Verso le ore 9,45 di domenica, il funzionario, libero dal servizio, udiva delle urla provenire dalle scale del proprio palazzo; uscito sul pianerottolo notava la porta dell’appartamento di fronte al suo, aperta e una gran quantità di fumo nero uscire dall’ingresso.

 

Precipitatosi all’interno rinveniva un giovane in evidente stato di shock e di intossicazione in pigiama e a piedi scalzi con gravi ustioni alle mani e i capelli bruciati. La casa era invasa dal fumo e con scarsa visibilità, quindi apriva una delle finestre per riuscire a respirare e trascinava fuori il malcapitato. Rientrato nell’abitazione coprendosi con un panno bagnato per controllare che non vi fossero altre persone, cercava di dirigersi verso la camera da letto ma le fiamme ormai alte ed il fumo troppo denso glielo hanno impedito.

Recatosi nelle scale e unitamente ad un altro inquilino appartenente alla Protezione Civile ha fatto evacuare il palazzo.

All’arrivo dei Vigili del Fuoco ed insieme ad un Agente della Polizia di Stato, è rientrato all’interno, fino al terzo piano dove sono stati tratti in salvo un bimbo di sei mesi insieme al nonno che erano rimasti intrappolati dal fumo.

I vigili del fuoco hanno spento il rogo che rischiava di estendersi e stanno bonificando l'interno, così come stanno mettendo in sicurezza l'appartamento dove c'erano nonno e nipotino.

Tutti sono stati affidati alle cure dei sanitari e degli operatori del 118 e non corrono pericolo di vita.

 

polizia-penitenziaria.it

teramonews