www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/01/2014  -  stampato il 09/12/2016


Piano Carceri: magistrati di Roma starebbero indagando sui consulenti addetti ai lavori

Il Piano Carceri dispone di 468 milioni di euro e sulla gestione potrebbe abbattersi un'indagine dei pm della capitale che stanno valutando ipotesi di corruzione e falso a cui sarebbero legati alcuni lavori per la realizzazione di istituti di pena.

A piazzale Clodio le bocche sono cucite. Irregolarità nelle procedure di appalto? Se dovessero essere riscontrate potrebbero essere una buccia di banana per il ministro Cancellieri. Come nel piano carceri di Alfano anche in questo nuovo lavorano professionisti che sembrano scaturire da un intreccio familiare: responsabile della struttura amministrativa-finanziaria, ieri come oggi, è stata assunta la commercialista fiorentina Fiordalisa Bozzetti, moglie dell'architetto Mauro Draghi, coordinatore della struttura tecnica, come lo era stato con Alfano, con un passato ai servizi segreti e al Dap. Come diceva Tomasi di Lampedusa: "Cambiare tutto per non cambiare nulla".

www.pianocarceri.it

A dicembre 2012 era stato chiesto e ottenuto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano un decreto per la nomina del Commissario straordinario del governo per le infrastrutture carcerarie a cui affidare la guida del nuovo piano carceri che doveva risorgere dalle ceneri di quello varato dall'ex Guardasigilli Alfano.

L'Espresso