www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/02/2014  -  stampato il 06/12/2016


Arrestata dai cinofili dalla Polizia Penitenziaria: donna tenta di introdurre droga in carcere

Una donna di nazionalità straniera, M.D. è stata arrestata dagli uomini del Reparto di Polizia Penitenziaria di Verona, mentre tentava di introdurre della sostanza stupefacente in carcere per poi passarla al fratello detenuto. L’arresto è avvenuto durante i normali controlli eseguiti dai poliziotti penitenziari del Reparto, coadiuvati dalle unità cinofile del Corpo al fine di scongiurare eventuali tentativi illeciti di introduzione di sostanze stupefacenti.

All’interno della sala di attesa dei familiari dei detenuti, il cane antidroga del Corpo, Leila, ha segnalato una donna. Gli Agenti hanno fatto accomodare la donna in una sala attigua e controllata dal personale femminile si è scoperto che nascondeva nelle parti intime alcuni grammi di hashish già confezionato in dosi e un grammo di cocaina, droga che è stata subito sottoposta a sequestro.

La donna è stata arrestata in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente con l’aggravante di averlo fatto all’interno di un istituto penitenziario.

Polizia-penitenziaria. It