www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/02/2014  -  stampato il 11/12/2017


Ancora una bomba carta lanciata nel carcere di Ferrara

Ancora un grave attacco al carcere di Ferrara dove, dopo il lancio della bomba carta avvenuto qualche mese addietro, ieri sera dopo le 19, un'altra bomba carta è stata lanciata all'esterno del carcere senza fortunatamente causare danni a persone o a cose". Lo affermano Donato Capece, segretario generale del Sappe, il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, e Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto.

"Ribadiamo la necessità di predisporre adeguati servizi di vigilanza esterna, rafforzando l'organico della Polizia Penitenziaria che dovrebbe essere dotata di adeguati mezzi, considerata la carenza che sussiste a Ferrara e in tutti gli istituti dell'Emilia-Romagna, dove, spesso, mancano anche i mezzi per trasportare i detenuti". Mercoledì prossimo una delegazione del Sappe visiterà gli istituti di Reggio Emilia e Bologna, mentre, il giorno successivo, la stessa delegazione sarà a Modena e alla Casa di lavoro di Castelfranco Emilia.

Ieri, poco prima dell'esplosione, davanti al carcere di Ferrara c'era stata una piccola manifestazione da parte di un gruppetto di militanti anarchici simpatizzanti No Tav, in solidarietà con un loro compagno detenuto nella casa circondariale estense.

bologna.repubblica.it

 

Bomba carta nel parcheggio dei Poliziotti del carcere di Ferrara: si indaga sugli anarchici

 

Agente penitenziario ferito all'orecchio da bomba carta mentre si trovava sul muro di cinta