www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 05/02/2014  -  stampato il 04/12/2016


Il Capo DAP Giovanni Tamburino in difesa delle Fiamme Azzurre della Polizia Penitenziaria

 Con riferimento a talune, palesi inesattezze diffuse e veicolate il giorno 24 gennaio 2014 da un sito internet di un’organizzazione sindacale, è doveroso precisare quanto segue.

Fermi restando i già evidenziati meriti dei ragazzi del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre (Anna Cappellini-Luca Lanotte e Carolina Kostner), che anche prima della medaglia di Budapest erano degli atleti affermati a livello internazionale e con alle spalle diverse partecipazioni olimpiche, al Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria non sfuggono certamente il valore e l’eroismo quotidiano dimostrato dal personale del Corpo di Polizia Penitenziaria nell’espletamento di un servizio d’istituto di per se difficile. Servizio reso ancor più gravoso sia dal sovraffollamento delle carceri, sia dalla carenza di personale. Non a caso, a tutti gli appartenenti che si sono distinti per atti considerati particolarmente meritevoli di riconoscimento, sono dedicate le riunioni delle commissioni per le ricompense che, a seguito di una positiva valutazione all’esito dell’istruttoria, attribuiscono premi, promozioni, encomi o lodi. Da lodare sono tutti gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria che contribuiscono ad elevare l’immagine del Corpo: tutti senza discriminazioni di specializzazione o reparto, perché la Polizia Penitenziaria è - e deve essere- sempre unitariamente considerata.

Per quel che concerne l’erogazione di risorse economiche da destinarsi agli atleti delle Fiamme Azzurre e alla loro attività agonistica, è doveroso precisare che: il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), eroga, con modalità trasparenti, fondi da destinarsi ai Gruppi Sportivi Militari o dei Corpi Civili dello Stato. Nel caso della Polizia Penitenziaria tali fondi sono così distribuiti:

  • ·       attività agonistica;
  • ·       mantenimento (e sviluppo) dell’impiantistica sportiva;
  • ·       promozione e diffusione dell’attività fisica di base finalizzata al personale ed ai propri familiari.