www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 08/02/2014  -  stampato il 05/12/2016


Evasione Cutŕ: fermata anche la cognata, avrebbe partecipato alla logistica della fuga

E' tornata nella sua abitazione di Cuggiono, a pochi chilometri da Inveruno, Carlotta Di Lauro, la fidanzata di Antonino Cutrì, rimasto ucciso nell'assalto per liberare il fratello, l'ergastolano Domenico, davanti al tribunale di Gallarate lunedì scorso.

Si è presentata questa sera attorno alle 21 ed è stata ascoltata subito dagli inquirenti che le hanno notificato anche il provvedimento di fermo. La Di Lauro, 27 anni e un figlio piccolo, era scomparsa lunedì mattina. Secondo gli investigatori ha avuto certamente un ruolo nel piano di evasione e latitanza del cognato a partire dal fatto che avrebbe rivelato alla madre che sarebbe andata a vivere in montagna e da alcuni elementi raccolti dopo l'arresto degli altri 4 componenti.

Secondo quanto accertato fino ad ora lei avrebbe affittato un fugone o un camper a Legnano, avrebbe fatto spesa di viveri per la latitanza e avrebbe approntato il primo rifugio della banda in Valsesia. Solo in un secondo momento il gruppo si sarebbe diviso.

varesenews.it

Arrestato Daniele Cutrì, fratello dell'ergastolano evaso