www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/07/2010  -  stampato il 02/12/2016


Tenta il suicidio a Le Novate, detenuto salvato dai Poliziotti Penitenziari

Era da poco scattata l’una di notte e durante il giro di controllo, un detenuto rinchiusosi nel bagno non dava riscontro all’appello dell’Agente in servizio presso quel reparto. L’Agente penitenziario cosi’ alzava lo spioncino che permette di controllare i detenuti e notava che all’interno del proprio bagno vi era un detenuto accasciato a terra riverso in una pozza di sangue. L'uomo di 40anni si era reciso l'aorta con una lametta. Subito è scattato il piano d’emergenza e, sia pure in un numero ridottissimo di uomini, è stato subito chiamato il 118 . Nel frattempo il medico di guardia si era recato presso il reparto  ed insieme agli Agenti hanno cercato di tamponare quanto piu’ potevano il taglio procuratosi con una lametta da parte del detenuto; mentre il neo Comandante di reparto, Dr. CARDARELLI, giunto come un fulmine sul posto ha coordinato con professionalita’ la situazione, ringraziando il personale presente per come ha saputo evitare il peggio e tutti coloro che si sono fatti trovare reperibili .

Fonte: piacenzasera.it
Il detenuto , di origine italiana era da poco arrivato nel carcere piacentino dal penitenziario di Rimini. Il suo gesto, si era sgozzato, è segno evidente di colui che ormai voleva togliersi la vita. E' stato operato nella mattinata in ospedale.