www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 26/02/2014  -  stampato il 05/12/2016


Condannato ex Agente penitenziario: favoreggiamento alla prostituzione mminorile

Condannato ex Agente di Padova per favoreggiamento alla prostituzione di un minorenne. Avrebbe favorito la prostituzione di un ragazzo minorenne tossicodipendente trattenendo parte del compenso elargito al giovane da un cliente: come riportano i quotidiani locali, è questa l'accusa che ha fatto finire alla sbarra Davide G., 35enne agente di Polizia Penitenziaria, all'epoca dei fatti in servizio al carcere Due Palazzi di Padova, che il Tribunale della città euganea ha condannato a 4 anni di carcere, 11mila euro di multa con l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni e l’interdizione perpetua da attività e istituti in cui ci sia la presenza di minori. Alla condanna si aggiunge anche l'obbligo di risarcimento alla parte civile, che ammonta a 10mila euro.

IL DIBATTIMENTO. L'agente ha sempre respinto le accuse sostenendo di essersi semplicemente offerto di aiutare il ragazzo, un mestrino neanche maggiorenne. Ma i giudici hanno creduto alla versione della parte offesa. In particolare il fatto contestato risale all’ottobre 2007 quando, in un'occasione, il giovane sarebbe arrivato a Padova in treno, e sarebbe stato "scortato" dall'agente in un'appartamento dove avrebbe avuto luogo la prestazione sessuale, fruttata al poliziotto 30 euro.

padovaoggi.it