www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 23/03/2014  -  stampato il 05/12/2016


Due detenuti approfittano delle ore di "socialitÓ" per aggredirne un altro: salvato dalla Polizia Penitenziaria di Trani

Hanno approfittato di uno dei momenti di socialità durante i quali i detenuti lasciano le celle per cercare di portare a termine un progetto delittuoso nei confronti di un altro detenuto. I protagonisti della vicenda sono due detenuti ristretti nel penitenziario di Trani, F.L.S., 33 anni di Andria, condannato con fine pena nel gennaio 2017 e P.D.E., 31 anni, di Andria condannato anch’egli con fine pena nel marzo 2017.

Durante un momento di socialità, si sono introdotti all'interno di una stanza comuna della sezione "Italia" ed avvicinatisi al televisore presente in stanza ne aumentavano il volume per non far udire all'agente di servizio eventuali grida. Hanno avuto modo così di aggredire con un oggetto C.Q., 25enne anch'esso di Andria e condannato con fine pena nel 2017.

La vittima ha riportato lesioni guaribili in un mese, gli Agenti di Polizia Penitenziaria sono prontamente intervenuti evitando ulteriori conseguenze ed hanno accompagnato l'aggredito presso il nosocomio di Andria.

Scattate le indagini, gli investigatori della Polizia Penitenziaria sono risaliti ai due aggressori, arrestandoli e mettendoli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sono ancora in corso le indagini per scoprire gli altri complici che hanno concorso, con gli arrestati, all’azione criminosa.

radiobombo.com