www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 24/03/2014  -  stampato il 03/12/2016


Napoli, 18enne "evade" dal carcere minorile: colpi in aria durante l'inseguimento

 

Inseguimento e cattura nella notte a Ponticelli, quartiere della periferia orientale di Napoli, dove gli agenti del Commissariato di polizia hanno arrestato Antonio Nocerino, 18 anni, di San Giovanni a Teduccio (Napoli), destinatario di un provvedimento restrittivo emesso dalla Corte di Appello di Napoli e allontanatosi arbitrariamente dalla comunità minorile di Nisida il 30 luglio scorso.

Poco dopo la mezzanotte, una pattuglia del Commissariato Ponticelli ha notato Nocerino, riconoscendolo in quanto ricercato più volte sfuggito alla cattura, a bordo di un'auto in compagnia di una ragazza.

All'alt dei poliziotti il giovane è scappato, impattando poco dopo contro un bidone della raccolta di rifiuti e proseguendo la fuga a piedi. Gli agenti lo hanno inseguito e bloccato definitivamente, esplodendo in aria alcuni colpi di arma da fuoco a scopo intimidatorio. Antonio Nocerino è destinatario di un provvedimento di sostituzione della misura cautelare della comunità minorile di Nisida con quella della custodia cautelare presso l'istituto penitenziario minorile per un periodo di un mese, emesso dalla Corte di Appello di Napoli nell'agosto del 2013. Il giovane, condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione (e 14mila euro di multa) per detenzione ai fini di spaccio di un considerevole quantitativo di cocaina e di proiettili calibro 9, il 30 luglio 2013 si era allontanato arbitrariamente dalla comunità minorile di Nisida senza più farvi rientro.

Per Nocerino è scattata anche la denuncia per ricettazione in quanto l'autovettura su cui viaggiava è risultata probabile compendio di furto, ritargata e con il telaio contraffatto. La ragazza che era in auto con lui, anche lei 18enne, è risultata estranea ai fatti e rilasciata.

campanianotizie.com