www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/04/2014  -  stampato il 04/12/2016


Rapina in banca a Lunata, bandito riconosciuto da un poliziotto penitenziario su un Eurostar a Roma

Era uscito il giorno prima dal carcere di Prato, dove aveva scontato una pena di quattro anni per una rapina in banca a Lunata (Capannori), l’uomo che ieri pomeriggio, armato di una pistoia poi risultata giocattolo, ha compiuto la rapina alla filiale pistoiese della Banca del Monte di Lucca, in via XX Settembre, vicino alla stazione ferroviaria. Grazie ad una rapida operazione congiunta della squadra mobile di Pistoia e della polizia ferroviaria di Roma, l’uomo, un cinquantenne, originario di Portici (Napoli) è stato nuovamente arrestato, dopo una fuga durata meno di 24 ore.

Grazie all’attività investigativa, è stato prima individuato il tassista dal quale il rapinatore si era fatto accompagnare alla stazione di Prato, subito dopo aver commesso la rapina, fruttata poco più di seimila euro. Nel frattempo sono state acquisite le immagini dal sistema di videosorveglianza della banca e diramate a tutti gli uffici di polizia sul territorio nazionale. Grazie alle foto, l’uomo è stato riconosciuto dalla Polizia Penitenziaria di Prato.

A questo punto è scattata una rapida attività finalizzata alla cattura del fuggitivo, che secondo gli inquirenti era legittimo presupporre volesse raggiungere i suoi luoghi di origine in provincia di Napoli. E così il rapinatore è stato arrestato dagli uomini della squadra mobile di Pistoia e da personale della polizia ferroviaria sull’Eurostar Firenze-Salerno, poco prima che questo entrasse nella stazione Termini di Roma. Il fuggitivo aveva ancora con sé la refurtiva e gli abiti indossati al momento della rapina.

gonews