www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/04/2014  -  stampato il 10/12/2016


Suicidio detenuta a Civitavecchia: nuova tappa del processo al direttore, psichiatra e comandante

Nuova udienza per la morte di A. T., la detenuta di 31 anni che nel giugno 2009 si suicidò al carcere di Borgata Aurelia impiccandosi con i suoi slip. Per la vicenda sono imputati per omicidio colposo la direttrice del carcere P.B., lo psichiatra P.B., la responsabile del settore femminile del penitenziario, C.C., e il commissario facente funzione della Polizia Penitenziaria M.C..

Nel corso del dibattimento, il Giudice Monica Ciancio ha ascoltato due consulenti della difesa dello psichiatra che aveva in cura la giovane, al quale è stato chiesto se per la 31enne era necessario il Trattamento Sanitario Obbligatorio e se potevano essere messe in atto delle terapie alternative. Alla giovane, come già emerso nelle scorse udienze, era stata diagnosticata una forte depressione e aveva già tentato il suicidio prima di essere trasferita dal carcere di Rebibbia. La prossima tappa del processo è stata fissata al 21 maggio, quando sarà effettuata una calendarizzazione delle udienze per sentire gli altri testimoni della difesa.

trcgiornale