www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/04/2014  -  stampato il 04/12/2016


Il Sappe manifesta in piazza per chiedere l'avvicendamento di Giovanni Tamburino a capo del DAP

In piazza, ancora una volta, per gridare l'ira dei poliziotti penitenziari del primo Sindacato della Polizia Penitenziaria contro la dirigenza dell'Amministrazione Penitenziaria guidata da Giovanni Tamburino. Lo ha deliberato questa mattina la riunione della Segreteria Generale del Sappe, riunita nella sede romana di via Trionfale.

"La decisione è stata unanime e fortemente caldeggiata dai nostri Consiglieri Nazionali in occasione del recentissimo XXV Consiglio Nazionale del Sindacato", spiega il Segretario Generale Sappe Donato Capece. "Viviamo da due anni nell'immobilismo totale, con una Amministrazione incapace di dare soluzioni alle molte criticità con le quali si trova costretto ad operare quotidianamente il Personale di Polizia Penitenziaria.

Auto e furgoni che cadono a pezzi eppure continuano a circolare per le strade, sicurezza e salubrità dei luoghi di lavoro precarie (a Sollicciano, tanto per fare un esempio sono stati trovati morti dei topi nella Caserma Agenti ed oggi persino nella cucina), poliziotti stressati e demotivati senza alcuna formazione professionale.

La misura è colma e non possiamo restare con le mani in mano. Torneremo in piazza per gridare la nostra rabbia e per chiedere al Ministro della Giustizia Orlando ed al Presidente del Consiglio Renzi di non confermare - e quindi avvicendare - il Capo del Dap Tamburino, primo responsabile di questo generalizzato malessere".

Sappeinforma