www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 05/06/2014  -  stampato il 06/12/2016


Agente penitenziaria presa a calci e pugni a Sollicciano: mentre altri detenuti si rifiutano di rientrare in cella

Il carcere di Sollicciano Calci e pugni ad una agente della Polizia Penitenziaria al carcere fiorentino di Sollicciano: è stata una detenuta cercare di chiudersi in bagno e poi a prendere a botte la agente che è stata costretta a ricorrere alle cure dei sanitari.

Più o meno contemporaneamente i detenuti della 13/a sezione, dove ieri si era suicidato un detenuto magrebino di 40 anni, si sono rifiutati di rientrare dal passeggio sostenendo che il suicidio è da attribuire alla mancata attuazione nel carcere fiorentino dei principi della sentenza della corte europea dei diritti dell’uomo dell’8 gennaio 2013, la cosiddetta ‘Torregiani’.

gonews.it