www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/06/2014  -  stampato il 04/12/2016


Riconoscete la specificitÓ oppure dateci il diritto di sciopero: Consulta Sicurezza scrive al Governo

La riforma della pubblica amministrazione, nella parte in cui prevede un taglio del 50% dei distacchi, delle aspettative e dei permessi sindacali, e' un "attacco senza precedenti ai diritti di poliziotti, penitenziari, forestali e vigili del fuoco, gia' fortemente compressi negli ultimi anni".

LEGGI IL COMUNICATO DELLA CONSULTA SICUREZZA

Lo afferma in una lettera inviata al premier Matteo Renzi la Consulta Sicurezza, l'organismo composto dai sindacati del comparto Sap (Polizia), Sappe (Penitenziaria), Sapaf (Corpo Forestale) e Conapo (Vigili del fuoco), sottolineando che "senza diritto di sciopero e con i permessi sindacali dimezzati è impossibile tutelare il personale". 
"Siamo indignati perche' abbiamo appreso dai media della riforma - dicono i sindacati -.

Si tratta di una decisione particolarmente devastante per le organizzazioni sindacali del comparto sicurezza e soccorso pubblico che, diversamente dalle altre rappresentanze del mondo del lavoro, non godono del diritto di sciopero". 
"E' inaccettabile una ulteriore compressione delle prerogative sindacali - conclude la Consulta - chiediamo al Governo risposte concrete".

ANSA