www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/08/2010  -  stampato il 10/12/2016


Emilia Romagna, mega rissa nel carcere di Reggio Emilia

Mega rissa nella casa circondariale di Reggio Emilia. Questa mattina, denuncia Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto Sappe, nel carcere reggiano 20 detenuti extracomunitari – marocchini e tunisini, appartenenti a bande rivali, armati di lamette e forchette – hanno dato vita a una rissa all’interno della sezione detentiva in cui erano ristretti. Nella sezione, in quel momento, prosegue il sindacato, c’era un solo agente di polizia penitenziaria, il quale ha dato l’allarme e, dopo l’arrivo di altri pochissimi agenti, la rissa e’ stata sedata, per fortuna senza feriti tra il personale di polizia. Nel carcere di Reggio Emilia – sottoliena il Sappe – in questi giorni, in servizio ci sono meno di 100 agenti, 26 sono distaccati in altri istituti. I detenuti sono 346, a fronte di una capienza di 163 posti detentivi; gli stranieri extracomunitari sono circa il 60%. Il sindacato chiede l’invio di almeno altri dieci agenti per far fronte all’emergenza.

 Fonte: modena2000.it