www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 26/06/2014  -  stampato il 03/12/2016


Cogne, Franzoni torna a casa Lascia il carcere dopo 6 anni

Anna Maria Franzoni uscira' dal carcere: lo ha deciso il tribunale di sorveglianza di Bologna che ha accolto la richiesta di detenzione domiciliare avanzata dai legali della donna condannata a 16 anni di carcere per l'omicidio del figlioletto Samuele avvenuto a Cogne nel gennaio 2002. Determinante per l'ammissione alla detenzione domiciliare e' stata l'integrazione alla perizia psichiatrica su Annamaria Franzoni in cui si esclude il rischio di recidiva.
Cogne: 12 anni fa l'omicidio del piccolo Samuele
Il provvedimento dei giudici della sorveglianza e' immediatamente esecutivo quindi la donna uscira' quanto prima dal carcere della Dozza di Bologna dopo le formalita' burocratiche del caso. Nella perizia, redatta dal professore Augusto Balloni (perito del tribunale) si parlava di una residuale pericolosita' sociale (non specifica ma generica) che puo' comunque essere contenuta grazie all'apporto della famiglia e con una terapia psichiatrica di sostegno. La 'mamma di Cogne' era in carcere a Bologna dal 2008. Alcuni mesi fa era stata ammessa al lavoro esterno in una cooperativa sociale di una parrocchia della citta' e aveva anche usufruito di permessi per tornare nella casa sull'Appennino bolognese dove vivono il marito e i due figli.

agi