www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/07/2014  -  stampato il 28/02/2017


Droga nel carcere di Taranto: Polizia Penitenziaria sequestra stupefacente nascosto nel bagnoschiuma

Era solito introdurre droga all’interno del penitenziario pugliese approfittando della sua professione di infermiere ma è incappato nella trappola tesagli dagli uomini del Reparto di Polizia Penitenziaria di Taranto, al comando del Commissario Giovanni La Marca e del Direttore dell’Istituto Stefania Baldassari, con l’ausilio del distaccamento Cinofili Antidroga dei “baschi azzurri”.

L’uomo, C. F., 52 anni, di Manduria (TA), al momento dell’ingresso nei reparti detentivi è stato segnalato dal poliziotto a quattro zampe “Vera” mediante la classica “raspata” e al controllo gli Agenti della Penitenziaria hanno scoperto che aveva nascosto la droga all’interno di un flacone di bagno doccia.

Droga nel carcere di Taranto sequestrata dalla Polizia Penitenziaria

 

La droga, abilmente preparata e suddivisa in 11 dosi di marijuana, per un peso complessivo di 28 grammi, era occultata e confezionata in involucri di cellophane insieme al liquido.

L’infermiere in questione è stato immediatamente arrestato e posto alle dipendenze della Procura della Repubblica di Taranto per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante di aver commesso il reato all’interno di un penitenziario.

polizia-penitenziaria.it