www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 10/07/2014  -  stampato il 08/12/2016


Trovato telefonino in carcere Torino, terzo caso in pochi giorni

Un telefonino perfettamente funzionante è stato trovato nella cella di un detenuto romeno nel carcere di Torino. Si tratta del terzo caso all'interno del penitenziario dopo i due apparecchi rinvenuti dalla Polizia Penitenziaria la scorsa settimana. "Basterebbe poco - polemizza Donato Capece, segretario generale del Sappe, sindacato di Polizia Penitenziaria - per risolvere il problema. Ad esempio, si potrebbero schermare le carceri da tutti gli impianti destinati alla comunicazione con l'esterno oppure dotare il nostro personale di appositi rilevatori. Evidentemente il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria non ha intenzione di fare nulla".

Il ritrovamento è stato fatto al piano terra della sezione Isolamento del Padiglione 'A' del penitenziario torinese. "E' un episodio inquietante, essendo il terzo telefono cellulare rinvenuto in carcere in pochi giorni: un arco temporale assai ristretto - commenta il leader dei baschi azzurri del sindacato autonomo - Tali situazioni dovrebbero far riflettere la nostra amministrazione circa la vulnerabilità del nostro sistema carcerario".

torino.repubblica.it