www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/07/2014  -  stampato il 04/12/2016


Va a trovare il figlio in carcere, ma si perde e resta intrappolato in carcere per 31 ore

Ha passato gran parte del week-end rinchiuso in una sala visite del carcere di Cook County, a Chicago. Protagonista di questa disavventura è un uomo, la cui identità non è stata rivelata.

La notizia, annunciata dalle autorità del carcere e rilanciata dal Chicago Tribune, è stata diffusa martedì scorso. L'uomo, come tutte le settimane, lo scorso sabato era andato a fare visita al figlio, detenuto da 13 mesi per reati legati agli stupefacenti. Il giovane, però, era stato trasferito in un'altra ala della prigione e il padre si è perso, entrando in una sala visite inutilizzata nei week-end attraverso una porta socchiusa, richiudendola poi alle sue spalle. L'uomo, dopo aver realizzato di essere rimasto intrappolato, ha iniziato ad urlare e a bussare ripetutamente, ma a quanto pare nessuno lo ha sentito.

Solo nella notte tra domenica e lunedì, dopo 30 ore di prigionia, l'uomo ha avuto l'intuizione di utilizzare uno degli sgabelli presenti nella sala per rompere i vetri ed allertare così la sicurezza. Qualche minuto dopo, i vigili del fuoco sono arrivati a soccorrerlo. Cara Smith, il direttore del carcere, fa fatica a nascondere l'imbarazzo per l'accaduto: «Siamo davvero mortificati per quello che è successo, è stata una serie davvero sfortunata di coincidenze. In quell'area non ci sono telecamere ma le avremmo installate a breve, e la sala in cui l'uomo è rimasto imprigionato non era controllata dal momento che non la utilizziamo nei week-end».

ilmattino